tonno

Tonno: quanti tagli e parti esistono?

Tonno: scopriamo quali sono le parti più utilizzate

Il Tonno è un pesce preziosissimo per la nostra alimentazione; di questo, come si dice del maiale, “non si butta niente”.
Vediamo dunque in quali tagli e parti viene venduto questo pesce.

Filetto

filetto tonnoIl filetto è la parte magra. Le carni del tonno rosso si dividono in tre tipi di filetto: il filetto, il tarantello e la ventresca.

 

 

 

Bottarga 

bottarga di tonno

Uova di tonno estratte, salate, pressate con l’aiuto di tavole e pietre ed essiccate al sole. È un alimento particolarmente ricercato ed esclusivo.

 

 

 

Lattume 

lattume di tonno

Prodotto tipico siciliano della tradizione rinomato e ricercato. Ha un particolare colore crema. Questo viene tagliato a fettine, condito con olio e prezzemolo come ingrediente di insalate. Si può consumare pure fritto.

 

 


Mosciame o tonnina

mosciame di tonno

Parte dorsale, è il filetto. Si conserva sotto sale e può essere consumato dopo 30 giorni.
Antipasto ideale ha un sapore intenso e deciso.

 

 

 


Buzzonaglia 

buzzonaglia di tonno

Per gli intenditori del gusto ha un suo particolare valore per il suo sapore molto intenso. Viene comunque selezionata e messa sott’olio d’oliva in barattoli di vetro.

 

 

 

Altre parti  che vengono consumate sono il cuore (prodotto prelibatissimo  la cui lavorazione è simile a quella delle bottarghe), le guance (la parte più tenera da consumare crude o in padella), il budello che è uno dei prodotti più rinomati e ricercati, i polmoni che vengono lavorati con sale marino e essiccati.
Esiste poi anche la ficazza di tonno conosciuta  anche come sasizzella  che è un salame tipico della Sicilia; viene preparata con la parte  che dopo essere stata sfilettata, resta attaccata alla lisca.
Questa viene estratta con cura, per  poi essere macinata e condita con sale e pepe, ed insaccata nel budello, proprio come un salame di carne. In seguito avviene la pressatura  (circa tre settimane), e l’asciugatura.
La ficazza  viene consumata tipicamente tagliata a fette e condita con olio e limone.

 

No votes yet.
Please wait...
Tags:
1 Comment
  • Dotto. Mariano Peruzzo (Biologo Marino)
    Posted at 20:12h, 25 Maggio Rispondi

    —Polmoni??? I Tunnidi sono pesci a tutti gli effetti e non hanno polmoni, respirano con le branchie. Punto e basta. Esistono i cosiddetti “pesci polmonati”, che però non sono neanche lontanamente parenti dei tonni…

    No votes yet.
    Please wait...

Post A Comment