La ricciola: proprietà nutrizionali, utilizzi e caratteristiche

La ricciola, il cui nome scientifico è Seriola dumerili, è il più pregiato fra i pesci azzurri.
Nel dialetto siciliano viene chiamata in diversi modi in base alla zona: alicciòla, aricciòla, aricciùla, licciòlu, cavangòla, fetula impiriali, fijtula.

Si tratta di un pesce pelagico, saporitissimo, dalle carni compatte di colore roseo e con poche lische.
La sua carne soda ha un sapore simile a quella del tonno, ed è ricchissima di omega 3.
A differenza però del tonno e del pesce spada, il chiarore delle carni e la fragranza danno l’impressione che si tratti di qualcosa di diverso dal pesce azzurro.
Ottima al forno e alla griglia, ma anche cruda.

Proprietà nutrizionali

La ricciola, come accennavamo, è ricca di omega 3, ma anche di grassi polinsaturi e proteine facilmente assimilabili.
Non mancano i sali minerali, una grande quantità di fosforo (sostanza che migliora e stimola il lavoro cerebrale) e vitamine A e B.
Per ogni 100 gr di prodotto l’apporto calorico è di 170 k cal.

Possibili utilizzi

È un pesce che si presta a diversi usi in cucina.
Se piccolo, dopo averlo pulito può essere cotto in forno, per esempio al sale;
se di grandi dimensioni può essere  sfilettato,  tagliato in tranci o cotto intero.
Ottimo cotto sulla griglia. I tempi di cottura ovviamente variano in base alla grandezza della ricciola.

 

Scopri i nostri prodotti a base di ricciola!

[gmedia id=4]

 

 

 

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
No Comments

Post A Comment