Trucchi per cucinare leggero: il pesce magro

Trucchi per cucinare leggero: il pesce magro è uno degli alimenti base per una corretta dieta, ma come prepararlo per tenere sotto controllo le calorie?

Per chi non vuole rinunciare al gusto pur mantenendo la linea, esistono diversi trucchi per cucinare leggero alimenti squisiti come il pesce.
Alcuni dei suggerimenti che vi daremo sono assolutamente intuitivi, come ad esempio quello di preferire il pesce fresco, ma anche quello in scatola o congelato, evitando i pre-fritti e i piatti pronti.
Se state seguendo una dieta dimagrante è sconsigliabile mangiare pesci grassi e utilizzare condimenti come la panna, ad esempio.
Esiste una vera e propria categoria definita di pesce magro: rispetto al pesce grasso, quello magro vanta un contenuto di lipidi inferiore, anche se (dal punto di vista qualitativo) non è detto che questa caratteristica lo renda migliore o preferibile all’altro; tutto dipende dal contesto alimentare dove viene inserito.
Nel caso di una dieta dimagrante si tratta di cibi ampiamente utilizzati, oltre che nelle diete utili al miglioramento delle patologie dismetaboliche, come l’obesità ed il diabete mellito di tipo 2.

Questi tipi di pesce differiscono dagli altri per un contenuto lipidico più basso, e in questa categoria troviamo ad esempio alici, molluschi, cernia, ma anche spigola, sogliola e tanti altri.
Per riconoscere i pesci magri ci si può basare anche sul colore poiché molto spesso pesce bianco vuol dire pesce magro.

Il trucco principale sta nell’abbattere il pregiudizio sul metodo di preparazione; siamo fin troppo abituati a pensare a cibi complessi come buoni, dimenticando che spesso anche solo un’orata in crosta di sale (facilissima da preparare), conservando il suo sapore originario sia squisita.
La maggior parte dei pesci, vanno benissimo cotti in padella, al forno o come zuppa. Sono leggeri, pieni di proteine, vitamine e minerali.

Il secondo trucco è quello di continuare a mangiare i pesci grassi con moderazione perché anche se il contenuto lipidico è più alto, si tratta dei cosiddetti “grassi buoni” che non fanno male né alla dieta né alla salute.

 

 

 

No votes yet.
Please wait...
No Comments

Post A Comment