Castello Tafuri: la storia d’amore fra un nobile e un paesaggio

Castello Tafuri nasce dal desiderio del marchese Bruno di Belmonte  di abbellire ulteriormente uno scorcio di Pachino che gli mozzava il fiato.

La realizzazione del Castello Tafuri fu ultimata nel 1935,  progettata dall’architetto Saverino Crotti di Firenze.
Quello che molti non sanno è però che la famiglia Tafuri, da cui il Castello prende il nome, ne entrò in possesso soltanto negli anni ’60.
L’opera infatti venne commissionata dal marchese Bruno di Belmonte, nel 1932, che affacciandosi nello scorcio pachinese pensò bene di costruire una struttura che fosse all’altezza di fare da contorno a “cotanta” bellezza.
Il Castello si erge infatti proprio accanto a quella che fu Tonnara di Portopalo.
Divenne quindi un locale per serate da ballo fino a metà degli anni ’90 quando fu trasformato in un prestigioso hotel da un imprenditore di Siracusa.
Per chi volesse aprofondire, vi consigliamo di guardare questo video-documentario

Per oltre quindici anni il Castello è stato abbandonato, depredato di tutto ciò che si trovava al suo interno e vandalizzato, come leggiamo in questo articolo del Giornale di Sicilia datato 23/12/2013, che ci informa anche del fatto che:

È anche finito in vendita tra i “gioielli” proposti da una agenzia immobiliare sul proprio sito web, ed ha attirato l’interesse di personaggi famosi, due in particolar modo, entrambi appartenenti al mondo della Formula 1: Flavio Briatore e l’ex pilota della Ferrari, il pluriiridato, Michael Schumacher. Un affare che Briatore rifiutò, pare, per l’eccessivo costo economico dell’operazione, mentre quella dell’ex ferrarista e sette volte campione del mondo di Formula 1 fu poco più di un apprezzamento fatto per la posizione e la maestosità della struttura, durante un viaggio nel sud est del Siracusano. Ma non si concretizzò alcuna vendita.

La buona notizia, dopo voci che in passato parlavano di vendite a personaggi piu’ o meno famosi, è che sono stati gli stessi proprietari a prendere in carico la ristrutturazione dell’edificio che verrà finalmente riaperto al pubblico la prima settimana di giugno.

 

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
No Comments

Post A Comment